Interrogazione: “I tempi e i modi della campagna elettorale”

Questa interrogazione è stata promossa dal gruppo PS e sottoscritta da molti colleghi appartenenti a schieramenti diversi (18 sottoscrizioni in tutto), con la quale si pongono alcune domande al Munciipio che, al momento di dare parola e ascolto ai cittadini durante la legislatura, ingnorano il voto del Consiglio comunale che chiedeva espressamente, attraverso la Mozione “La parola ai cittadini”, la pubblicazione delle domande e suggestioni, con le relative risposte del Municipio, sul sito della città. Ora, a fine legislatura il Sindaco e il Municipio convoca i cittadini e le associazione a formulare proposte e domande. Ci si chiede se un’istituzione pubblica che all’inizio della campagna elettorale propone tardivamente quello che doveva fare nel corso della legislatura e assume il ruolo proprio dei partiti e dei singoli candidati, non rischia di produrre confusione e disaffezione per il corretto funzionamento della cosa pubblica? La campagna elettorale viene avviata all’insegna del sovvertimento delle regole e dei ruoli della civile convivenza. È stato anticipato il Carnevale?

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *