E la destra (Lega compresa) non voleva far votare il popolo sui bonus milionari

Il Picchio ha letto per voi: certe cose bisogna saperle, ma anche ricordarsele al momento giusto!
E la destra (Lega compresa) non voleva far votare il popolo sui bonus milionari
Grazie al Partito Socialista il popolo svizzero potrà esprimersi sull’iniziativa popolare contro le retribuzioni abusive che vuole limitare bonus milionari e paracadute dorati, nonché permettere agli azionisti di decidere sulle remunerazioni degli alti dirigenti delle aziende quotate in borsa. Il PSS ha quindi smascherato il tentativo dell’UDC che voleva rimandare il tutto alla revisione del diritto azionario e far ritirare l’iniziativa all’imprenditore Minder di Sciaffusa che l’aveva lanciata. Ancora una volta la destra ticinese presente a Berna (Pelli, Abate, Cassis e Gobbi) non voleva che il popolo potesse esprimersi democraticamente sulla necessità di limitare le retribuzioni vergognose, come i 42 milioni di franchi guadagnati dal signor Vasella della Novartis lo scorso anno, i 16,5 milioni guadagnati dal signor Humer presidente del CdA della Roche, i 12,1 milioni del signor Schwan CEO della Roche o i 7,5 milioni del signor Brabeck , presidente del CdA della Nestlé.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.