Una lista di rinnovamento per un Municipio più attento alla socialità, all’ambiente e alla parità

In data 14 gennaio si è tenuta in modalità online l’Assemblea straordinaria della Sezione di Locarno del Partito socialista. Durante la quale sono state approvate l’alleanza interpartitica e le liste dei candidati al Municipio e al Consiglio Comunale per le elezioni comunali di aprile.

L’alleanza, denominata SINISTRA UNITA, è composta dal Partito socialista (PS), Partito comunista (PC), Partito operaio e popolare (POP), ForumAlternativo (FA), Gioventù socialista (GISO) e indipendenti.

Per il Municipio si è deciso di presentare una lista di rinnovamento capace di portare nuove sensibilità in un Municipio al maschile e troppo poco attento alle attuali e crescenti problematiche sociali ed ambientali. Una lista equilibrata tra genere e forze politiche, multigenerazionale e ricca di variegate esperienze professionali e politiche. Una lista dalle molteplici sfaccettature, ma unita dall’obiettivo comune di realizzare una Città sociale, rispettosa dell’ambiente e promotrice delle pari opportunità.

Socialità, ambiente e parità sono i tre pilastri di un ampio programma legislativo che vuole una Locarno:

  • socialeche fronteggi la povertà e l’esclusione sociale per mezzo di progetti di utilità pubblica e servizi di sostegno mirati;
  • sostenibileche riduca il traffico motorizzato individuale a favore della mobilità lenta e del trasporto pubblico e che intensifichi e salvaguardi il verde cittadino e la biodiversità;
  • equache agisca in maniera esemplare dal profilo del rispetto sia delle pari opportunità, che della legalità e della trasparenza;
  • in cui vivereche attui una politica urbanistica e abitativa che tenga conto delle necessità sociali e ambientali, con strutture e servizi adeguati sia per famiglie, che per giovani e anziani;
  • accoglienteche accolga e promuova maggiormente i nuovi cittadini, i migranti, le comunità straniere e le minoranze creando spazi interculturali e di integrazione;
  • inclusiva che promuova un’offerta culturale e sportiva accessibile a tutti, sia dal punto di vista economico che dalla varietà delle proposte;
  • grandeche riprenda il discorso aggregativo e promuova maggiori sinergie a livello regionale e cantonale per offrire migliori servizi e rimanere al passo con i nuovi assetti cantonali.  

Una Locarno che, forte di questi obiettivi, sappia affrontare non solo le gravi conseguenze economiche e sociali dell’attuale crisi Covid, ma che sia capace anche di contrastare il cambiamento climatico e salvaguardare l’ambiente e la qualità di vita di tutte e tutti noi, assicurando un futuro sereno anche alle prossime generazioni.

Per portare questi valori nell’Esecutivo di Locarno si presentano:

  • ALBI Francesco (PS), architetto, membro di comitato PS Locarno e PS cantonale
  • BERETTA Giulia Maria (indipendente), artista-artigiana, indipendente ecologista (già membro del comitato dei Verdi del Locarnese)
  • CAVALLI Gianfranco (POP), educatore, segretario politico del POP
  • FILIPPONI Marisa (PS), pensionata, membro di comitato PS Locarno e PS cantonale
  • GENAZZI Gionata (PC), docente di informatica, membro del comitato centrale del PC
  • LUNGHI Nancy (PS), medico dentista, già Municipale a Oensingen, co-presidente PS Locarno e Coordinamento donne della sinistra
  • SARTORIO Amedeo (PC), giardiniere, membro del comitato centrale del PC

La lista definitiva delle candidate e dei candidati al Consiglio comunale sarà comunicata entro il termine di consegna delle liste (8 febbraio 2021). Al momento sono presenti 34 nominativi e l’auspicio è quello di trovare altri 6 nominativi per poter presentare una lista completa.

Convinta dei propri valori e con obiettivi chiari all’orizzonte la SINISTRA UNITA intende chiaramente rafforzare il più possibile con le proprie elette e i propri eletti l’Esecutivo e il Legislativo di Locarno, per dare voce a una Locarno che nelle ultime votazioni si è già saputa distinguere quale città più progressista del Cantone, in deciso contrasto con l’orientamento di destra dell’attuale maggioranza in Municipio e Consiglio comunale, che sta disattendendo con metodi sempre meno democratici le aspettative della cittadinanza. Si ricorda, infatti, che è toccato all’attuale gruppo PS denunciare la gestione poco trasparente delle finanze, opporsi alla mancanza di volontà nel contrastare la speculazione edilizia, far fronte ai mille sotterfugi per impedire la seconda sede del nido comunale e subire gli ostacoli posti ai loro progetti di rafforzamento dei servizi sociali.

Condividi su: