In attesa di un Natale un po’ diverso…

Care compagne e cari compagni,
Care amiche e cari amici,

Siamo agli sgoccioli di un anno tutt’altro che tranquillo e che ci ha visti tutti e tutte alle prese con le incertezze e le difficoltà dovute all’ancora attuale crisi sanitaria, sociale e finanziaria dovuta alla pandemia.

Per alcune persone la crisi sta portando a delle serie ristrettezze economiche e quindi durante l’ultimo incontro del Gruppo Socialità è nata l’idea di riproporre, come in occasione del lockdown, una piccola colletta per dare un aiuto concreto in un periodo, quello natalizio, che di solito dovrebbe portare gioia.

I soldi raccolti serviranno all’acquisto di buoni spesa, libri e tessere annuali per ludoteca e biblioteca. I servizi sociali di Locarno si occuperanno poi della distribuzione di questi doni a bambini/e e famiglie in difficoltà.

Se volete partecipare anche voi alla colletta potete effettuare un versamento sul conto di Francesca Fenini (che ringraziamo di cuore per la gestione della raccolta), utilizzando le seguenti coordinate e indicando come motivo di versamento “Natale ISSA“:
IBANCH03 8080 8009 8736 8660 1
oppure tramite TWINT079 815 99 29

Sentitevi liberi di contribuire o meno e vanno benissimo anche le piccole cifre – come si suol dire: ogni centesimo conta!


La crisi economica causata dal coronavirus sta mettendo in grande difficoltà anche gli indipendenti e le microimprese, che non riescono a pagare i propri affitti. Diversi Cantoni si sono mossi e hanno trovato delle soluzioni. 

Il 20 aprile la Granconsigliera Anna Biscossa ha presentato per il Partito Socialista una mozione che chiedeva al Canton Ticino di agire, pagando la metà dell’affitto commerciale per le piccole imprese e gli indipendenti in difficoltà e invitando i proprietari d’immobili a rinunciare all’altra metà. Il Consiglio di Stato, nel suo messaggio, ha risposto picche, dicendo che sarebbe stata meglio una soluzione a livello nazionale. Ma sia il Consiglio nazionale che anche il Consiglio degli Stati hanno respinto il compromesso nazionale e ora tocca al Canton Ticino assumersi la propria responsabilità e trovare finalmente una soluzione per gli affitti commerciali delle microimprese e degli indipendenti!

Per fare pressione pubblica affinché il Gran Consiglio approvi rapidamente la mozione vi chiediamo di firmare la seguente petizione lanciata dal PS Ticino e dall’Associazione degli inquilini: https://actionsprout.io/90D74B 


Uno dei prossimi temi che ci terranno occupati saranno le elezioni comunalirinviate ad aprile 2021.

A differenza dello scorso aprile a Locarno avremo però l’occasione di unire le forze di sinistra grazie all’alleanza non solo con i compagni del PC ma anche con quelli di POP e Forum Alternativo.

Uno dei nostri auspici è quello di riuscire a presentare delle liste piene ed inclusive – con particolare attenzione non solo alla parità di genere, ma anche alle varie fasce d’età e provenienze socio-culturali.

Quindi se vi piacerebbe contribuire attivamente a una politica cittadina più attenta alla socialità e all’ambiente, non esitate a scriverci!


Cogliamo infine quest’occasione anche per invitarvi a partecipare a una conferenza online organizzata da “S-vestite per scelta”, un gruppo nato dalla collaborazione di abitanti Locarnesi contrari/-e alla mozione per il divieto del Burkini e che mira a tutelare la libertà d’espressione delle donne, sensibilizzando la popolazione con degli eventi e discussioni.

Alla conferenza intitolata “S-vestite per scelta? – Il nostro abbigliamento tra norme giuridiche e tradizioni socioculturali e religiose” e che andrà in “onda” venerdì 11 dicembre alle 18:00, saranno presenti quali referenti Amalia Grätzer, studente liceale cresciuta a Londra e che ora frequenta il collegio Papio ad Ascona, Lara Robbiani Tognina, ex-docente di religione evangelica e attualmente presidente dell’associazione di prima accoglienza per migranti “DaRe – Diritto a Restare” e Rosemarie Weibel, avvocata e curatrice del sito www.sentenzeparita.ch. 

Per poter accedere alla videoconferenza sulla piattaforma Zoom e partecipare direttamente alla discussione iscrivetevi al seguente indirizzo entro le ore 14:00 di venerdì: s.vestite.perscelta@gmail.com.

Sarà anche possibile seguire la diretta Facebook sulla pagina @scioperofemminista.

Eccovi inoltre il flyer ufficiale che potete condividere con i vostri contatti:


Per rimanere aggiornati/e sulle nostre azioni vi ricordiamo di seguirci su sitopagina facebook e instagram.

Solidali saluti,

Giorgio Fransioli e Nancy Lunghi 

Condividi su: