LUCA PIZZETTI

Mi chiamo Luca Pizzetti e sono un ingegnere civile di 30 anni. Dopo il liceo ho trascorso 8 anni nella Svizzera interna, dapprima nella città di Zurigo, dove ho frequentato il Politecnico Federale, e successivamente per ragioni professionali nel Canton Soletta. La lontananza dagli affetti, dalla nostra cultura, dalle nostre origini e, perché no, anche dal sole, ha poi portato mia moglie Nancy ed io a ritornare in Ticino, nella bellissima Locarno, dove attualmente viviamo e lavoriamo felicemente.

Sono interessato e seguo la politica e l’attualità sin da quando ero un ragazzino: già a partire dalle medie ricordo con piacere gli intensi dibattiti che si svolgevano a casa nostra fra un pasto e l’altro, dove, attraverso il confronto e la discussione, ho avuto modo di maturare le mie prime idee politiche. Ad aver però rafforzato la mia anima socialista e progressista è stato soprattutto il periodo universitario, dove confrontato con altre culture e pensieri, ho maturato l’assoluta convinzione di quanto sia importante una società equa, solidale e sostenibile, dove tutte e tutti abbiano pari opportunità e pari diritti a prescindere dalla loro estrazione sociale, etnica, culturale o religiosa. Per queste ragioni nel 2016 mi sono iscritto al Partito Socialista Svizzero.

Da allora però la mia carriera politica, se così la si può chiamare, si è limitata ad ambiti soprattutto legati alla mia professione: dapprima sono stato per il PS nella commissione edilizia della cittadina di Oensingen, nel Canton Soletta, e successivamente, da quando sono arrivato a Locarno, faccio parte del Gruppo Territorio e Ambiente della Sezione socialista di Locarno.

Dopo un lento e graduale avvicinamento alla politica vera, quella vissuta in prima linea, sento che è giunto il momento di lanciarmi in una nuova sfida, mi sono così candidato al Consiglio Comunale per le elezioni comunali del 2021.

Vivendo in questa città ho maturato la consapevolezza dell’immenso potenziale, a volte inespresso, che si cela dietro Locarno. Il mio impegno, in segno di responsabilità e dovere civico verso i cittadini e questa splendida Città, è quello di impegnarmi affinché sia possibile rendere Locarno un posto migliore in un cui vivere: un luogo dove il territorio, la sostenibilità, la natura e l’ambiente, la mobilità lenta, vengano valorizzati e soprattutto dove i sui abitanti possano vivere e non sopravvivere. Mai come ora sarà importante difendere e ampliare le nostre conquiste sociali, promuovendo l’uguaglianza, la giustizia sociale, la distribuzione della ricchezza, l’integrazione, l’inclusione, il sostegno e la solidarietà, argomenti quest’ultimi che saranno indispensabili per affrontare l’altrettanto capillare e dolorosa crisi sociale che scaturirà dall’attuale pandemia.

Sono pronto a mettermi in gioco, con impegno ed umiltà al servizio della comunità, di tutte le cittadine e i cittadini, affinché Locarno diventi un luogo ancora migliore in cui vivere, perché

« Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena vivere » (Albert Einstein).

Link:

Condividi su: